Dedicato alla memoria di Yoshinobu Nishizaki

La Distruzione Del Sistema Solare









Titolo originale: Uchū Senkan Yamato III The Movie,
La Distruzione Del Sistema Solare
Produzione: Yoshinobu Nishizaki.
Regia e adattamento: Eiichi Yamamoto.
1ª proiezione: 28 Dicembre 1983
Durata 93 minuti








Molti dei fan italiani di Star Blazers che si apprestano a leggere questa pagina del blog e che non hanno mai sentito parlare di questo film, si staranno sicuramente domandando: “ma di che diavolo si sta parlando in questo articolo?”
Si, in effetti questo lungometraggio dedicato della Serie III non è molto conosciuto in occidente, non è mai stato trasmesso nemmeno in Italia e attualmente non esiste nessuna versione italiana in Home Video.
Ad ogni modo non stiamo parlando di un lungometraggio inedito che racconta un’avventura mai vista della mitica corazzata spaziale, ma si tratta di una versione riassuntiva della serie tv trasmessa tra il 1980 e il 1981, un agglomerato che raccoglie in soli 93 minuti, tutte le 25 puntate della produzione.
La Serie III era terminata il 4 Aprile 1981 registrando indici di shere discreti ma non al livello della Serie 2, da qui inizia il periodo calante per Yamato, tuttavia, in attesa di stendere il progetto per Battaglia Finale (che si sarebbe concretizzata solamente nel Marzo del 1983), Nishizaki inizia a trasmettere in tv le repliche delle precedenti serie e dei lungometraggi della sua produzione.
In quei mesi il film montaggio di Yamato III: Distruzione del sistema solare, non era ancora stato ideato.
E’ la Nippon Tv nel Dicembre del 1983, quando Battaglia Finale aveva già fatto il suo giro nelle sale cinematografiche, (ma si preparava a tornare con la sua riedizione in 70mm) a chiedere al super-produttore di creare una versione riassuntiva della Serie III.
L’emittente mette a disposizione di Nishizaki un tempo massimo di 2 ore per concretizzare il progetto (compreso il tempo per l’inserimento della pubblicità)
E’a Eiichi Yamamoto, già direttore della Serie, che viene affidato il compito di modificare i 25 episodi televisivi in un lungometraggio di 93 minuti.
A occuparsi del progetto originale del Mecha Design della Serie III e del film, era ovviamente la stessa persona: Katsumi Itabashi, che aveva già collaborato per la precedente Serie 2 e per il film del 1980 Yamato Per Sempre.
Itabashi aveva iniziato a lavorare sui meccanismi di Yamato Parte III ( Parte III era il termine genericamente utilizzato quando ci si riferiva a Yamato Per Sempre, che nella primavera del 1980  non aveva ancora un nome stabilito) nel Febbraio del 1980, quando esso era ancora solo un progetto (e del quale abbiamo ampliamente parlato nei post precedenti).
Itabashi è quindi il responsabile del movimento della nave, molte scene per il movimento della Yamato sono state riutilizzate, appunto, per entrambe le produzioni.
Itabashi aveva steso anche il progetto iniziale per design del Cosmo Hound, (Cosmo Delta nell'edizione italiana) assente nel film e successivamente perfezionato da Yutaka Izubuchi inserito poi nella serie.

Al momento della sua prima trasmissione, il film era intitolato semplicemente Uchuu Senkan Yamato III: Distruzione del sistema solare, l’anno successivo (per non creare confusione) venne specificato che si trattava di un film di montaggio.


La Trama.
Nell'anno 2203 l'Impero di Galman e la Federazione di Polar si fronteggiano per assicurarsi il dominio dell'intera galassia in un conflitto combattuto su vasta scala planetaria che raggiunge anche la Via Lattea; nei pressi del sistema solare, la flotta meridionale di Galman è in lotta con le navi del pianeta Berth, una colonia della Federazione di Polar.
All'apice di questa battaglia, la flotta di Galman lancia alcuni missili protonici in direzione della flotta nemica, uno di questi però manca il bersaglio vagando alla deriva nello spazio.
Pochi giorni dopo, il missile vagante attraversa il nostro sistema solare e dopo aver accidentalmente distrutto una nave turistica in prossimità di Mercurio, termina il suo viaggio precipitando all'interno della massa del Sole sconvolgendone la fusione nucleare interna.
Questo avvenimento condannerà il sistema solare a perire entro tre anni.
Informato del pericolo, il Generale Todo decide di affidare alla corazzata spaziale Yamato il compito di cercare nell’universo un pianeta identico alla Terra sul quale trasferire l’umanità in fuga.
Sono le 5:28 del mattino del 24 0ttobre 2203. La Yamato è pronta a partire. 
Mancano solo 329 giorni alla Distruzione del Sistema Solare.
Il resto della trama è sostanzialmente identico a quello della serie, salvo per alcuni piccoli cambiamenti alla base musicale e altre piccole modifiche di poco conto, quindi, come nelle serie tv, grazie al cannone Hydro Cosmo Gen e all’appoggio di Dessler, Wildstar/Kodai riesce a fermare definitivamente l'aumento della fusione nucleare restituendo al Sole le sue dimensioni originali.


Le aspettative per questo film sono state parzialmente soddisfatte, la pellicola ha superato in un certo senso la media della serie televisiva attestandosi ad un 10,7% di shere.
Il film viene ritrasmesso esattamente un anno dopo (sempre dopo Natale) sulla Fuji TV, la stessa emittente che 3 anni prima aveva mandato in onda per prima il Nuovo Viaggio.
La prima volta che fu immesso sul mercato in versione VHS e Beta fu nel Gennaio 1985 e successivamente in LD nel 1994, e mentre non fu mai inserito nel box set di LD della Serie III, lo troviamo invece nel box DVD del 2001.






Nessun commento:

Posta un commento

Yamato: Vota la tua produzione preferita.

Vota questo blog

classifiche

Riconoscimenti

In classifica
Pagine dal 06 Marzo 2010



Il numero massimo di utenti collegati in un giorno è stato di 96 il 03/02/2011.
Il numero massimo di pagine visitate in un giorno è stato di 406 il 21/07/2012.
Immagini totali visitate 55168.